Ministero della pubblica amministrazione

logo

Le numerose ordinanze che si sono susseguite hanno previsto la didattica in presenza solo per alunni con disabilità. Per molti è stato considerato uno schiaffo all'inclusione contro un lungo percorso di oltre 40 anni di faticosa integrazione. C’è chi vuole la didattica in presenza, chi invoca l’inclusione preferendo la distanza. E intanto la scuola, da sempre animata e piena di fermento, si trasforma in un palazzo incantato e freddo, pieno di banchi nuovi in aule senza vita.

In questo scoraggiante scenario abbiamo provato, con non poche difficoltà, a realizzare un progetto di inclusività.  E così, anche quando il tempo incespica e l’ordinario si condisce di incertezza, ogni giorno costruito con i nostri alunni speciali e le loro classi si è trasformato in un giorno vivo e stimolante.

Un'inclusione non solo formale, in grado di azzerare la condizione di “invisibili” e creare una relazione educativa con l’alunno e con tutti coloro che sono partecipi al suo percorso di crescita.

Figura essenziale e significativa quella del docente di sostegno, promotore e mediatore dei bisogni formativi e sociali di ogni singolo alunno. Un lavoro complesso e delicato, che si propone la crescita e la maturazione del singolo e del gruppo, accogliendo ciò che ci distingue e ci accomuna al tempo stesso: il valore insostituibile della persona.

La trasformazione costruttiva e profonda dei rapporti, l’empatia e la responsabilizzazione di ciascuno:  è in quest’ottica che vanno collocati i lavori proposti dalla nostra scuola, che hanno come obiettivo principale la collaborazione e l’interattività, in un clima favorevole alla nascita di uno spirito di gruppo che non lasci indietro nessuno.

Un lavoro che richiede una continua sperimentazione e un’illuminata creatività, ma che vale assolutamente la pena di perseguire per intercettare quegli occhi smarriti e proiettarne lo sguardo lontano.

Testimonianze significative e toccanti di una squadra, il nostro fantastico gruppo di Sostegno, professionale e ricca di passione!

Buona visione!

 

Giornata Mondiale delle persone con disabilità – 3 dicembre 2020

In occasione della Giornata Mondiale delle persone con disabilità (3 dicembre 2020) la 3°C ha lavorato sulla trasformazione in fumetto muto di uno spot natalizio incentrato sull'accettazione della diversità. E il loro prodotto ha toccato le corde giuste!

3°C – 3 dicembre 2020

 

Un lavoro di Didattica in presenza " Lo Schiaccianoci"

Vittorio Lupone 2°N e Rita Farace 3°E ci regalano la loro interpretazione di un grande classico, che mette in gioco le loro peculiari abilità con un risultato sorprendente!

Lo schiaccianoci

 

I calendari dell’Avvento per un lavoro di gruppo.

Il calendario dell’Avvento è da sempre un’emozione per ogni bambino: ogni giorno un cioccolatino o un bigliettino con una frase speciale tracciano un percorso che guida romanticamente al Natale.

Gli alunni della 1°D e della 2°N hanno realizzato i propri personali messaggi e ogni giorno, in base all'ordine alfabetico, i lavori realizzati sono stati inviati ai loro compagni, Lorenzo e Vittorio, e alla classe tutta.

Guidati dai docenti, i ragazzi sono stati stimolati a fare qualcosa di bello ed emozionante per i loro compagni. E la felicità di Vittorio e Lorenzo, al risveglio, nello “scartare” il regalo dei compagni, ha ripagato il lavoro di docenti e alunni tutti!

Calendario dell’Avvento – 1°D

Calendario dell’Avvento – 2°N

 

Gli affettuosi auguri degli alunni della 1°D al loro compagno Lorenzo.

Auguri Lorenzo!

 

Laboratorio di Musica in presenza: una solista d’eccezione!

Rita Farace 3°E – Ci vuole un fiore

 

 

 

 

In primo piano

Quale versione Google Workspace scegliere? | E-goo

 
 
 
 
 

URP

SCUOLA SECONDARIA STATALE DI 1 GRADO "L.PIRANDELLO - I . SVEVO"
Via Canonico Scherillo, 34/38 Napoli - NA 80126
Tel: 0817672324
PEO: namm649004@istruzione.it
PEC: NAMM649004@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. NAMM649004
Cod. Fisc. 95121290639
Fatt. Elett. UFTKZC 

IBAN IT 70M0306903474100000046003